Skip to content

NON SARO’ IO A PIANGERMI ADDOSSO TUTTO L’INVERNO, VERO?

6 ottobre 2016

Ho letto un libro, e mentre lo terminavo, le ultime due pagine, le ultime righe, ho pianto, singhiozzando, bagnando la carta e il tavolo, tirando su con il naso e asciugandomi le lacrime con la manica della felpa.
E’ venuto all’inaugurazione di un locale, qua, dove vivo io. E ha portato lei, che ha presentato ai miei amici, che anch’essi erano all’eventucolo. Gliel’ha presentata e per fortuna io non c’ero, per fortuna.
Poi loro, disgraziatamente, hanno pensato fosse bene farmi sapere di questo incontro.
Ma anche no.

L’autunno è arrivato, fa freddo, son raffreddata, addio scarpe aperte, benvenuta coperta, minestra di zucca, plaid, buio alle 19. Benvenuto un cazzo, direi.
Tra circa dieci giorni, tre anni fa, lo conoscevo. Tra circa due mesi, l’anno scorso, se ne andava.

Il passato è passato e non sarò io a piangerci addosso tutto l’inverno, vero?
Esatto. Avete risposto correttamente.

Ho conosciuto un ragazzo. “Un uomo maturo”, mi ha corretto il mio amico Smemorino, oggi, quando gliel’ho raccontato.

Dopo il possessivo, il minidotato (sia di cervello che di pene), il diversamente separato (in realtà ancora ben sposato alla consorte), il poliamoroso penecentrico, il papà e presto di nuovo papà (che però si è dimenticato di dirmelo, di avere una famiglia, di cui la mugliera gravida), ho conosciuto un uomo maturo dalla voce profonda e si sa che le voci profonde aprono varchi, non stiamo a specificare.
Un uomo maturo che mi è piaciuto. E che mi ha fatto sorridere, e che mi ha fatto parlare ed ascoltare. E che mi ha chiesto il numero per poi, udite udite, telefonarmi.
Ovviamente è impegnato. Ovviamente mi piace.
Sparatemi alle gambe e mirate bene.

5 commenti leave one →
  1. 7 ottobre 2016 10:10

    A) Ed i tuoi “amici” non lo hanno mandato a fanculo a vista senza neanche passare dal via? Male, molto male.

    B) passi quando non te lo dicono, ma la smetti di dare il numero a uomini impegnati? La antica regola che l’uomo non sceglie se non è veramente, ma veramente, costretto è sempre viva e lotta insieme a noi

  2. 8 ottobre 2016 10:21

    Spero che la mia mira sia molto precisa da qui a casa tua …

    —Alex

    • mantiduzza permalink*
      12 ottobre 2016 00:14

      spero anche io: le gambe, non il fegato.

  3. veryverypipuffa permalink
    10 ottobre 2016 11:13

    Certo che li becchi tutti tu. Ma c’è un buco davanti a te che ci cascano tutti dentro? (ti rimarrà il dubbio sulla volontà o meno di creare un doppiosenso…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: