Skip to content

DEL TRADIMENTO (parte seconda)

2 ottobre 2013

Comincio questo post con le risposte che ho ricevuto in alcune diverse conversazioni avute in questi giorni con amici vari.

Le risposte arrivatemi sono:

– No, non sembri una troia porneggiante facile e non ingombrante. Di certo si vede la tua “emancipazione” e questo potrebbe interessare alcuni.

– No, l’amante non ci perde, perchè ci acquista in autostima, perchè anche se razionalmente si convince di essere la più sfortunata del triangolo, in realtà vince inconsciamente un paragone con l’ufficialità.

– Si, era meglio quando credevamo all’amore, il tradimento ci aborriva, amavamo senza ritegno e pensavamo che sarebbe stato per sempre.

—————————————–

E ora l’intro ed il corpo:

Quando lavoravo presso la MegaCasaFarmaceutica c’era questa donna sessantenne rampante e avvenente e simpatica e piacente che viveva sola ed era single. Con il crescere della nostra relazione amicale/lavorativa mi ha raccontato di non essere propriamente single, ma di avere, da anni, due amanti. O meglio. Lei era, da anni, l’amante di due uomini molto più giovani di lei, accasati e con figli.

Li amava entrambi, diceva, e pertanto non vi poteva rinunciare.
Le chiedevo come potesse sopportarlo, come le potesse andare bene di avere i ritagli di tempo, gli scarti di relazioni alla luce del sole.
Mi rispondeva che quelle erano le regole, che lei si tenesse fuori dalle loro vite normali in cambio di due serate a settimana con uno, e due con l’altro.
Nelle regole non venivano inclusi viaggi, feste comandate, sabato e domeniche, pranzi nè cene. Nessuna telefonata se non prima annunciata tramite sms e accordata con un via libera. Regali facilmente dissimulabili a casa, niente che potesse ricondurre a lei.

Aveva una intelligenza tagliente, la risposta sempre pronta, sarcasmo a non finire, cinismo a piene dosi.

Io avevo ancora ferma in me la convinzione che il tradimento fosse iniquo e profondamente errato, tanto quanto raro.
Credevo ancora realmente che non avrei mai tradito e che non avrei mai perdonato alcun tradimento.
Non la comprendevo, non potevo lontanamente immaginare che si potesse vivere così.
E diciamolo pure a chiare lettere: non lo posso lontanamente immaginare neppure ora.

Ma qualcosa è cambiato.
Tutto d’un tratto mi si è parata davanti la possibilità di essere l’amante. Di più uomini. Ignari gli uni degli altri.
Mi sono anche chiesta se motivo di tanta attenzione fedifraga per me fosse indotta, non so, da un viso da troia poco pericolosa, di segretarietta porno che non andrà mai dalle fidanzate e dalle mogli a dire hey, look at me!, dalla condizione di single indipendente la cui porta non viene aperta da genitori o coinquilini ed il letto è sempre per metà freddo, magari vi è un’attrazione per i miei pochi sorrisi e la valigia dietro la porta. Non sono una pericolosa attentatrice delle promesse nuziali né di quelle meramente di impegno fideistico. Ascolto spesso. Per parlare ci metto un po’.

Ed è stata una scoperta.

Scoprire che il mondo è pieno di coppie che si dicono felici e che cercano altrove il sesso, i baci, i sotterfugi.
Che quelle stesse coppie che si dicono felici e non si lasceranno mai non si fanno troppi scrupoli a chiedermi incontri e reincontri. E si offendono persino se non rispondo più loro. Dove sei? Perchè non rispondi più?
Perchè, cristoggesù, tua moglie fa il sugo mentre tu cerchi me.

E comprendere, a fatica, che questo non necessariamente metta in discussione l’amore che si prova per chi è stata scelta formalmente. Non tutti amano come amo io, che non detto le regole per nessun tipo di relazione, anzi.
E non comprendere, ma accettare come dogma, che la felicità possa davvero esserci, in quelle relazioni.

E dunque mi interrogo su cosa sia cambiato, da quando pensavo che il tradimento no mai, non l’avrei condotto, non l’avrei permesso, non esisteva nella pratica ma solo al cinema, ad oggi, che il tradimento lo vedo ovunque, tra le coppie di amici che si tradiscono a vicenda e non se lo dicono, tra gli amici che cercano conforto in me, nograzie, anche chi, davvero, non te lo aspetteresti mai, tra chi mi confida che tradisce, tra chi mi dice che è l’amante, chi che ha l’amante, chi che ne ha due, di amanti, chi ne ha uno ufficiale e uno solo per caso, chi l’amante no, ma sapessi la mia vicina di casa, chi aspetta che lasci la moglie, ma adesso non è un bel periodo, chi dimentica il cellulare in macchina e viene scoperto, chi viene perdonato, chi non vuole sapere, chi dice speriamo abbia un’altra almeno smette di rompere i coglioni ammè.
Chi faceva l’amante e tu lo sgridavi cosìnonsifa e adesso chiacchierando ti chiede che cazzo è successo in Portogallo, cosa ne è della moralità bigotta a cattolica che sfoderavi come una spada ogni volta che si parlava d’amore? Sei ancora la stessa che conoscevo un anno fa? 

Mi chiedo se non fosse più giusto quando a quindici anni il sesso e l’amore erano strettamente collegati, quando non si sarebbe mai pensato di perdonare, nè di tradire, quando darsi era dare il cuore, era emozionante, quando non c’erano tempi, non c’erano telefonate da dissimulare, scuse da inventare.

Che poi, secondo me, chi ci perde sempre, e da sempre e per sempre, è l’amante. Non per niente si dice l’Altra.
Perché torneranno sempre dalla moglie, compagna, fidanzata, che sarà pure tradita, ma non avrà il letto freddo mai, e non si sveglierà mai da sola.
E se va bene non sospetterà nemmeno.
Ancora meglio, avrà anche lei qualcuno da amare lateralmente.
Non plus ultra, ti vuole con sè nel manage di coppia.  

Così, solo per dire.

2 commenti leave one →
  1. 2 ottobre 2013 22:41

    Di solito si cambia idea quando non si ha nulla da perdere…

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: