Skip to content

DI MOJITOS E BOTTONI

14 febbraio 2013

L’altra sera siamo andati ad una festa di paese in bassa valle, maschere di carnevale più o meno sfacciate, musica dal vivo più o meno disdicevole, mojito senza zucchero di canna più o meno bevibile.

Ero lì che facevo la sciocchina, unica donnina tra tre uomini. Sbottonavo con notevoli difficoltà il maglione di uno dei tre, con nessuna capacità, peraltro, quando

BANG!

ho pensato

adesso sto così bene con queste persone

così come spesso sono stata bene con altri

con cui poi ho perso i contatti

(e invece pensavo che sarebbero stati per sempre i ricordi)

di cui a volte non ricordo più neppure i nomi

ho pensato: chissà se tra un anno ci capiterà ancora di andare a ballare insieme e divertirci. Chissà se tra un anno vivrò ancora qui. Chissà se tra un anno mi sentirò sola o no. E con chi sarò.
Per quanto ricorderò i loro nomi e il fatto di essere stata bene, sotto questo tendone, sudata e fuori tempo.

Mi sono sentita un po’ sperduta, e ho continuato a muoversi aritmica.

Stasera sono un po’ brilla, e un po’ triste.

5 commenti leave one →
  1. 14 febbraio 2013 08:40

    Dai su, non essere triste.
    La vita è così. Incontriamo millemila persone nella nostra vita ma solo poche, diciamo due o tre, alla fine sono quelle che faranno veramente la differenza. Non è per cattiveria o altro che non ci ricordiamo il loro nome, persino di coloro con il quali, in un istante più o meno lungo, siamo stati bene insieme. Il fatto è che tutto passa, è semplicemente la vita. Tutto passa.
    Si tratta solo di farci l’abitudine.
    (E no che non sei sola, è solo l’alcool)

    —Alex

  2. 17 febbraio 2013 19:02

    Ma la ciucca ti prende sempre così?

    • ondalunga permalink
      22 febbraio 2013 15:11

      lo volevo chiedere anche io! 🙂

  3. 18 febbraio 2013 23:23

    Comprensibile. E unicamente perché invece che stare nel presente, sei andata a immaginare il futuro. A volte i drink fanno di questi scherzi, ma non sono importanti, vedrai 🙂

  4. 18 febbraio 2013 23:50

    Mi sa che è quella malinconia preventiva di cui si diceva! Ha ragione widepeak comunque 🙂
    Capisco tantissimo il sentirsi sperduta, mi ci sento spesso ultimamente, specie mentre ritorno la sera magari un po’ tardi.
    Bè ma invece, belle queste serate ballerine!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: