Skip to content

IL MIO CORPO CHE CAMBIA.

2 febbraio 2012

Sarà l’età che avanza, i 30 che si avvicinano e i 20 che si allontanano.
Sarà l’attività fisica che latita, a fronte di un’attività fagocitaria che non teme confronto.
Sarà ….. lo specchio IKEA 170×50 che mi saluta ridacchiando ogni volta che esco di casa o che passo seminuda in corridoio.
Sarà che Shirley non conosce la parola complimenti, né veri né finti.
Sarà.

Mi sono iscritta in piscina (40 vasche in 45 minuti, per una che odia nuotare è già qualcosa) e ad acquagym (non mi piace, abbandonerò appena finiscono le lezioni pagate), fino a che non ha iniziato a nevicare sono anche sempre andata a camminare, come dicevo qualche giorno fa, e a questo sto cercando di accostare una dieta più sana.
Senza riuscirci granchè, devo dire, dato il mio amore per il cibo quale nutrimento, coccola, sfogo antinoia, riempitivo.
Mi scoccia anche abbastanza pensare che il mio aspetto fisico stia diventando parte importante delle mie preoccupazioni. Non lo è mai stato, non mi è mai interessato. Ma forse ora sto proprio strabordando i limiti.
Non mi piaccio, e non era mai successo.
Mi guardo nuda e non mi piaccio per niente e mi chiedo come si possa trovarmi attraente, così budinosa burrosa straripante e tanta.
Mi guardo nuda e non mi piaccio più, anche se non sono cambiata di molto. E mi chiedo cosa sia scattato nella mia testa, che fino a ieri mi amava a prescindere, e che oggi si ribella alla ciccia schifosa.

Vorrei essere bella e questo mi spaventa perché non mi è mai interessato apparire.

Sarà che da giovane perlomeno ero saggia, e a saggezza sono peggiorata con il tempo. Sarà che mi sento vecchia e che non pensavo proprio che mi sarebbe piaciuto così poco diventare adulta, smettere di essere la più giovane del gruppo, fare biricchinate con lo sguardo furbetto e la frangetta bionda.

Sarà che non mi piaccio più, che non mi impegno più, che non flirto più, che non conosco più gente nuova, che leggo poco, che non vado a teatro, che ho pochi amici, sarà per questo che non mi piace più il mio corpo.
Forse non mi piace più tanto quello che c’è dentro.
Io.

6 commenti leave one →
  1. 2 febbraio 2012 22:39

    Dai smettila di dire queste cose…

    Primo se non sei nemmeno arrivata ai trenta non puoi dire che sei vecchia….
    Pensa a me che ne ho quasi 43 allora! 😉

    È solo un momento di stanchezza e di noia, passerà presto.

    —Alex

  2. laura permalink
    3 febbraio 2012 13:11

    La colpa è dello specchio dell’Ikea. Deforma volutamente per richiamarci al modello svedese.Siamo italiane, il corpo è “ad anfora”, non possiamo farci niente. L’importante è non farlo diventare un otre. Peggio ancora una botte.
    Non lamentarTi a quasi trent’anni, aspetta almeno di raggiungermi e poi ce ne faremo di risate. La decadenza peggiore è quella dello spirito. Allena sempre la Tua mente a pensare positivo e vedrai che l’immagine riflessa Ti garberà sempre di più.
    Non perdere mai di vista quella bimbetta con lo sguardo furbetto e la frangetta bionda. L’involucro mente e non racconta il contenuto.
    Un abbraccio

  3. 3 febbraio 2012 21:08

    ho sempre pensato che se stai bene dentro, ti senti bella fuori…forse forse c’è qualcosa che non va? pensaci!!!
    come va l’univ?
    abbraccio 🙂

  4. widepeak permalink
    9 febbraio 2012 13:59

    mmm
    me li ricordo questi periodi così. passano. ma lasciano cambiamenti e questo non è necessariamente un male. osserva questo periodo senza volertene male, potrebbe uscirne qualcosa di buono

  5. 10 febbraio 2012 14:09

    cara Tappa, l’università va bene! Sono al pari con gli esami (per ora), con un’alta media ponderata, e, cosa più importante, mi piace davvero tanto!
    adesso sto preparando farmacologia, e sono un po’ sclerata, poi statistica, poi il 3 tirocinio, questa volta in Neurologia.

    Olè!

  6. 10 febbraio 2012 14:11

    @Widecara…
    hai ragione. per ora i cambiamenti sono di avere imparato a nuotare, di fare tante vasche (e mi piace pure!). Inoltre sto cercando di avere un rapporto più sano con il cibo e sto cercando di amare anche il mio grasso. E’ dura, ma in fondo l’ho sempre amato…
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: