Skip to content

SITUAZIONE SENTIMENTALE: DISASTROSA

22 giugno 2011

Il mio prossimo ragazzo, prima di diventare tale, dovrà fornirmi in ordine:
-stato di famiglia
-esami del sangue e documentazione medica
-lista delle precedenti ragazze, che dovranno superare il numero di 10

In realtà ci giro attorno da mesi, sul blog, e non affronto mai il punto CLOU della mia vitaccia attuale. Ebbene si, studio, faccio cose, vedo gente (??), ma il punto fondamentale e mai affrontato è lui: Shirley.
Non sono felice, son molto più spesso scoglionata che contenta con lui, lui per me c’è solo nei suoi ritaglia di tempo, quando è stanco per tutto quello che ha fatto nella sua giornata piena e non vede l’ora di andarsene a casa a riposare. Io mi sto accontentando da mesi, ormai.
Non l’ammettevo, fa un male cane ammetterlo, ma è così. Mi sto accontentando delle briciole di una relazione che relazione non è, ma non trovo la forza di mettere la parola fine. Nella mia testa è tutto pronto, il discorso, l’atteggiamento, parola per parola quello che dovrei dire con la risolutezza che dovrei tenere…ma poi quando è il momento cambio piano, punto sul “provaci ancora”, sul recupero del recuperabile e sulla sistemazione del sistemabile.
Tempo due settimane, e si è da capo.

Continuo a darmi scadenze “se tra due settimane…”, “se tra un mese…”, ma son tutte palle, perchè lui non cambierà, e io nemmeno. Vogliamo cose diverse da questa relazione e fintanto che io non abbasso le mie aspettative o lui non innalza il suo grado di partecipazione, rimarrò sempre delusa delle sue mancanze, e lui rimarrà sempre incredulo delle mie pretese.

Parole come complicità, insieme, noi, dialogo, risultano estranee alla mente di Shirley, che vi si approccia con notevole distacco e reticenza.

In questa situazione sentimentale disastrosa io sono un’emerita testa di cazzo. Perchè dovrei dire “arrivederci e grazie” e invece continuo a fare come una mosca che ha perso l’orientamento, sbatte la testa contro il vetro per giorni senza vedere che la serenità è lì a un passo.

10 commenti leave one →
  1. 22 giugno 2011 10:42

    E’ interessante.. in pratica, vuoi uno che, visto il numero di ragazze, non è evidentemente in grado di stabilire relazioni stabili e durature, ovvero il contrario di quello che vuoi, visto che lamenti la mancanza di coinvolgimento, impegnoe partecipazione.

    Masochismo?

  2. 22 giugno 2011 12:44

    numero di ragazze=gavetta.

    comunque, gc, tu commenti sempre solo quando c’è da infierire!

  3. 22 giugno 2011 14:41

    Perchè quando tutto va bene gli amici non servono.
    E’ che sei la terza ragazza che conosco oggi che fa affermazioni apparentemente contrarie a quello che cercano (ok, non arrivi al punto di quella ch emi ha detto che a settembre si sposa con uno che ancora non ha mai incontrato di persona, ma…)

  4. 22 giugno 2011 15:42

    Prima o poi il discorso che hai già nella testa lo farai, come l’hai fatto l’anno scorso a chi dovevi dare le dimissioni. Evidentemente non è ancora arrivato il momento, ma mi sa che è moooolto mooolto vicino. Prima o dopo “le vacanze”, di solito quelli sono i momenti cruciali.
    L’importante è che tu smetta di soffrire, o meglio dire accorciare le sofferenze. Non chiudere gli occhi mantidù, puoi avere l’armonia!
    Un grande abbraccio

  5. 23 giugno 2011 00:33

    non pensi che sia ora di smetterla di prendere tempo, se poi entrambi sapete che non c’è più lo stesso trasporto di un tempo tra voi?
    Se vi decidete a parlare almeno vi dareste la possibilità entrambi di essere in primis più sereni, ma anche di conoscere altre persone, di avere nuovi stimoli…
    se l’amore è finito lo si capisce…e in quel caso…è veramente inutile trascinare il tutto per troppo tempo!
    In bocca al lupo…e fai la brava!
    Mary

  6. Adblues permalink
    23 giugno 2011 01:17

    Cara Mantiduzza, capisco benissimo la titubanza nell’affrontare una discussione del genere ma penso comunque che sia meglio prima che poi.
    Allungare il brodo non porta mai buoni risultati.

    Ti auguro ogni bene! Un abbraccio virtuale!

    —Alex

  7. pipuffa permalink
    27 giugno 2011 12:01

    Ah, mi piace questa cosa dell’allungare il brodo…
    in pratica, sei una che mangia minestra sotto l’acquazzone, se non cambi, non svuoterai mai il piatto!

  8. 27 giugno 2011 18:48

    in realtà poi le cose le dico, ma non son abbastanza convincente…

  9. temporaneo permalink
    29 giugno 2011 12:56

    ma quanto è difficile lasciare i partner! é che il maledetto senso di colpa è così difficile da digerire che quasi mai non bastano le giustificazioni che si ha a disposizione. In bocca al lupo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: