Skip to content

NON SONO FELICE NEANCHE IO COMUNQUE.

21 novembre 2010

Neanche io sono felice comunque.

Sarà questo novembre pieno di pioggia e pozzanghere, sarà questa camera con la carta da parati gialla e verdi e il pendolo scarico, sarà di nuovo la lontananza.
Neanche io sono felice, sai.

Sono serena, questo si, della scelta, della nuova vita, delle nuove strade, delle piastrelle che prendono posto al loro posto. Sono serena di sapere di avere fatto tutti i passi nel verso giusto, mi sembra.

Ma neanche io sono felice, non crederti l’unico.

Pensavo di prendermi tempo per pensarci.
C’erano e ci sono altre priorità prima della disanima sulla mia infelicità-incompletezza-pochezza sentimentale. Ma tra poco l’unica priorità rimasta sarà pensare a un noi che non esiste, a questa coppia che coppia non si sente e non si vede, a questi due corpi che ogni tanto se ne stanno insieme senza dirsi nulla.

Mi dici che non sei soddisfatto della tua vita ma rifuggi le mie domande, i miei occhi pronti ad ascoltarti.
Mi dici che non sei felice ma ti annoia se la mia bocca lascia sfuggire punti di domanda.

Non voglio far parte della tua insoddisfazione, della tua infelicità. Non voglio far parte, non voglio neanche chiederti perfavore di farmi entrare nella tua sfera intima, se tu per primo non vuoi.
Non mi importano il sesso i baci le risate se non sei pronto a dirmi cosa non va.
Non mi sento compagna, non mi sento complice.
Mi sento una che è passata di lì, per caso. Chiunque potrebbe prendere il mio posto.
E se non è così, allora ti prego fammi sentire che non è così.
Se faccio quella che non ci pensa è solo perchè ora non ho la forza di pensare anche a questo problema, ne ho già abbastanza.
Non ho la forza di chiudere. Ma lo farei, oggi. Mi sento inutile e lontana e fredda.

Non sono felice neanche io di essere impegnata in una coppia che non si impegna affatto ad assomigliare a una scelta, ma che sembra un dovere, un’abitudine, un imprevisto.
Non mi sento amata.
Sento il mio amore rimbalzare su un muro.

Sto bene, davvero.

6 commenti leave one →
  1. 22 novembre 2010 00:43

    ragazza, di strade giuste mi sembra tu ne abbia appena imboccate un paio.
    Questa crea disarmonia.
    O almeno, così vien fuori questo dipinto.
    (mumble)

  2. 22 novembre 2010 22:39

    abbiamo poi parlato un po’.
    per ora va.
    poi vediamo.

  3. Illegal Mind permalink
    23 novembre 2010 06:48

    Uhh.. ma quanti anni hai?

  4. 23 novembre 2010 17:02

    ahia…

  5. 25 novembre 2010 19:21

    Se credi che ne valga la pena allora tieni duro e combatti per voi Mantidù. Ma solo se ne vale la pena. Io ho dovuto lottare con le unghie e con i denti per il mio compagno, per noi, anni fa. Ma sapevo che ne valeva la pena.
    Ti abbraccio forte.

  6. 8 dicembre 2010 12:27

    mamma mia quanto ti capisco, mamma mia quanto si soffre….e anche io, come te, non ho il coraggio di agire….
    è brutto essere tagliato fuori dalla persona che credi di amare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: