Skip to content

.

16 novembre 2010

Sento di avere mille cose da fare, mi sento come se le facessi, come se non smettessi di fare cose, e alla fine mi guardo intorno e non ho fatto nulla.
Sento come se ci fosse una frana in una mia strada interna e nessuno avesse avvisato il traffico. C’è una frana e non si può passare ma nessuno lo sa e la coda aumenta e si accatastano i sassi e le macchine e i problemi e nessuno può più far inversione e uscire dal caos.
Sento di voler parlare e spiegare e dire quello che penso, anche se è complicato, se necessita di tempo la scelta delle parole adatte, ma c’è troppo rumore e troppe persone che parlano ad alta voce e allora lascio perdere e non dico quello che vorrei che cosa importa, è faticoso scegliere le parole e sforzarsi di farsi capire e allora sto zitta.
Sento come se il mondo scivolasse sulla pioggia, come se il tempo volasse all’indietro sui binari di ogni giorno, come se i passi scacciassero indietro l’asfalto, come se avessi il viso paralizzato a metà, come se mi si dicessero bugie e io lo so ma non posso dire di saperlo se no sarebbe svelato il segreto del mio sapere una cosa che non dovrei.

Ci sono domande che non si possono fare, ci sono treni che non portano ad alcuna parte, ci sono parole troppo difficili e cose che anche se le fai non le hai mai finite di fare.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: