Skip to content

ORA VOI DIRETE

26 ottobre 2010

Eccomi qua.
Che dire?
Solite cose: sclero sclero sclero sclero.
A casa con i miei nonni è da suicidio. Sono reduce da una litigata furibonda fra i due. Diossssantissimo. Litigata nata per un ritardo di 10 minuti di mio nonno. Con tanto di scenata isterica, lacrime, colpi sul pavimento da parte di mia nonna. E minacce A ME se mai avessi servito la cena a mio nonno. O anche solo se avessi osato dargli ragione.
NO COMMENT.
Comunque. Loro con me son molto carini (a parte stasera), ma io ho veramente zero spazio per me stessa. Torno alle 18.30 da lezione, alle 18.45 c’è pronta cena, alle 19.15 è finita cena e lavo i piatti, fino alle 21 tv occupata da nonno, alle 21 mio nonno esce e mia nonna va a dormire. MA non posso iniziare a guardare un film che alle 22 rientra mio nonno che si appropria del telecomando. Ora voi direte: fai dell’altro cara mia.
Eccerto, io mi rintano in camera dove non c’è una luce decente per leggere perchè mio nonno per risparmiare usa uno solo dei bracci del pluribracciato lampadario, e comunque la stanza è così piccola e stretta e scomoda e piena di cose che alle 22.30 dormo più per sfinimento che per sonno.

A scuola tutto bene.
Almen quel.
Certo, ci son dei/delle prof che prenderei a calci sui denti. Mettendo prima le scarpe antinfortunistiche.
Alcuni di loro ci trattano come dei bambini decelebrati che io penso che è vero che in classe ci sono dei bambini con dei problemi, ma mica siam tutti così, c’è gente trentenne con famiglia, eccheccazzo. Eccomunque.

Ogni mattina mi faccio 4 km a piedi (come i bambini dell’africa per andare a scuola), e mi riappacifico col mondo guardando i monti innevati. E’ l’unico momento veramente mio. Inoltre è l’unico momento in cui mi muovo, perchè per il resto son seduta in aula. Penso al mio culo flaccido e allora cammino imitando i bambini dell’africa. Che di solito non hanno culi flaccidi, credo.

La casa procede nella sua ristrutturazione: abbiam buttato giù i muri, li abbiamo ritirati su, abbiamo iniziato a mettere i tubi per terra. STOP.
Mancano altri tubi, i pavimenti, l’intonaco, la cucina, il bagno, le porte e le finestre.
Praticamente ci siamo.
(no, non ci siamo affatto, ma non ditemelo perchè se no mi metto a piangere).

Come potete vedere non smetto di lamentarmi, nonostante tutto vada bene. Sono in salute, il mio moroso è il più amorevole (ahah) di tutti nonostante io sia fatta di yogurt scaduto, mi son licenziata dalla MegaCasaFarm e ora sto studiando cose belle con quel bel prof dal culo da urlo.
Rimango la solita stracciamaroni di sempre.

Vi abbraccio forte.
E limono duro.

11 commenti leave one →
  1. 26 ottobre 2010 22:07

    ok dal momento che è la seconda volta che lo scrivi:
    si può conoscere sto prof dal culo da paura?
    ovviamente se ne fai parola con Fabio sei MORTA!!!
    AMICHE? 😀

  2. 28 ottobre 2010 16:09

    no dai, sei a buon punto.
    i lavori a casa mia erano quasi analoghi e sono durati 1 mese e mezzo o giù di lì, che tra muratori assenti ingiustificati, piasterlle che finivano qando non dovevano finire, pittori latitanti e che altro, ma alla fine ce l’ho fatta e adesso campeggio felicemente a casa mia!!
    in bocca al lupo 🙂

    • mantiduzza permalink*
      30 ottobre 2010 21:01

      1 mese e mezzo?!?!?!?!?!?
      io muoio prima.
      molto prima.

  3. leucosia permalink
    29 ottobre 2010 00:35

    4 km a piedi!

    • mantiduzza permalink*
      30 ottobre 2010 21:01

      eh Leuco, lo so che per qualcuno 4 km sono un traguardo fantastico…! grazie per avermici fatto pensare!
      🙂

  4. b.a. permalink
    29 ottobre 2010 10:46

    Mi spiace saperti lontana ma sono troppo contenta che tutto vada bene a parte gli spazi che devi condividere, ma durerà poco!!

    • mantiduzza permalink*
      30 ottobre 2010 21:00

      grazie anatrocca, e tu? come stai?

  5. clandestinamentemente permalink
    30 ottobre 2010 17:28

    MANTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
    e il nostro week end torinese e da sballate?????????
    ti aspetto a braccia aperte e spritz vuole farti le fusa!!!!

    • mantiduzza permalink*
      30 ottobre 2010 21:00

      allora Clandestina, io ti prometto che ci sarà un nostro incontro, ma non so dirti proprio quando!
      e poi…qual è la tua email privata?!
      🙂

  6. 31 ottobre 2010 22:51

    dicesi: lampada da tavolo con led e pile! Se vuoi ti consiglio quella che usa a sproposito Rachelilla: è a forma di rana ed ha 2 tipologie di illuminazione: ‘siccomecheso’cecata’ e ‘stadio_olimpico’.
    Credo la seconda basti per la comoda lettura di un libro in camera tua.
    Baci incoraggianti.

    • mantiduzza permalink*
      6 novembre 2010 19:02

      ma quella ce l’ho!! ma, ma, ma…la presa della corrente è lontanissima… 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: