Skip to content

DI CRICETI CHE GIRANO A VUOTO IN GABBIE PIENE D’ACQUA CLORATA

13 gennaio 2010

Stamattina la sveglia è suonata alle 8.30, come negli ultimi 10 giorni. Spegnendola ho pensato che domani suonerà alle 6.45 per far si che le mie chiappe possano essere sedute in ufficio in primissima mattinata, e ho continuato a dormire per un’altra ora buona. E adesso son qua che cazzeggio allegramente.
Ultimo giorno di disoccupazione.
E mi dispiace. Si, certo, mi dispiace perchè sapevo che non sarebbe stata disoccupazione a tempo indeterminato. Contratto a tempo determinato sta a disoccupazione a tempo determinato come ics sta a ipsilon.

E’ stato bello svegliarmi con calma, far colazione con calma, non vestirmi per ore e ore, lavarmi di rado, studiare, inframmezzare lo studio con ciaccole chattose, un caffè, un capitolo di un libro di qua, un capitolo di libro di là, il pranzo, eccetera eccetera eccetera. E’ stato bello far la vita della studentessa senz’altri pensieri che la tesi, uscire la sera fino a orari a una cifra o col doppio zero, avere il tempo di rifare il letto tutte le mattine, scoccolarmi Violalagatta, per questo troppo breve lasso di tempo, ma domani si va a lavorare. E so già cosa mi aspetta. Brividi.

Beh va beh (cit.). Passando di palo in frasca e di fiore in fiore.
Ho male al ginocchio destro.
E so anche perchè.
Perchè ieri, in un momento di caos cosmico, di saturno in trigono con marte e in binomio con giove e in lite con uranio, dopo attenta e meticolosa riflessione, dopo aver pesato i pro e i contro, ho deciso di andare in piscina.
Riesumato il costume e la cuffia sono stata circa mezz’ora in cucina agghindata come se dovessi entrare immediatamente in acqua, con tanto di infradito di plastica, davanti al computer, disquisendo con un amico su quanto potesse servire a me e alla mia beltà andare a fare qualche vasca in piscina. Deciso che non sarebbe servito a nulla mi son vestita, ho fatto quei 300 metri che separano casa mia dal centro sportivo (e ad ogni metro mi son chiesta chi me lo stesse facendo fare), ho pagato l’entrata, mi son cambiata e sono entrata nella zona propriamente denominata piscina. Umidità abbomba, occhiali appannati, pressione in calo vertiginoso verso 10-35.
Sorriso da splendida al bagnino che sottende “non mi hai mai vista, ma solo perchè son nuova della zona, in realtà ora ti sbalordirò.
Ore 13.49 entro in acqua.
Il programma che mi ero fatta era: 10 vasche rana, per scaldarmi, 10 vasche dorso, che tanto è facile, 10 vasche stile, il mio tallone d’achille.
Comincio.
Prima vasca rana. OK.
Seconda vasca rana. Cuore che sembra voglia andare a farsi un giro nelle altre corsie, braccia indolenzite, mentre nuoto conto le bracciate, non riesco a pensare a null’altro. 37 bracciate a vasca. Riprendo fiato.
Continuo.
Sesta vasca. Son moribonda. Mentre nuoto penso “vieni qua piccolino, vieni qua…” e con “piccolino” intendo il bordo vasca.
Decima vasca. Son morta.
Mi fermo a riposare. Non ce la posso fare. Intanto fortunatamente in tutta la piscina ci sono solo altre due persone, che mi doppiano tre volte a vasca. Ma chi me l’ha fatto fare? Perchè? Se non nuoto mai ci sarà un motivo, no? Noooo????
Bene.
Dorso.
Comincio.
Oh quanto mi piace nuotare a dorso.
Oh quanto è utile nuotare a dorso.
Oh quanto è faticoso nuotare a dorso.
Oh tra poco mi vengono dei crampi se continuo a nuotare a dorso! Mi giro, sono a metà vasca, con nonchalance continuo a rana. E poi torno ancora indietro, sempre rana (unico stile che padroneggio con semplicità. ah. ah.)
Totale 11 vasche e mezzo rana, mezza vasca dorso.
Rimango cinque minuti ferma a chiedermi cosa penserà il bagnino se mi vede già uscire con faccia sconvolta dalla fatica dopo pochi minuti di pseudo-nuoto, poi mi dico cazzomene? ed esco. Ore: 13.22.
Totale: 33 minuti.
Esco, sorriso splendido al bagnino che sottende “ho solo finito il tempo a mia disposizione, mica son stanca. so’ donna impegnata, io, oh”.
Casa, pasta al pesto in quantità industriali.

Tutto questo per dire che ora mi fa male il ginocchio!
E per sottolineare che
ODIO NUOTARE IN PISCINA
E’ STUPIDO
INUTILE
NOIOSO
E’ COME ESSERE DEI CRICETI CHE GIRANO A VUOTO SULLA RUOTA IN GABBIE PIENE D’ACQUA CLORATA
E FONDAMENTALMENTE E’ FATICOSO SENZA SCOPO
NON SERVE A NIENTE PER L’AUTOSTIMA, PER LA BELTA’
SON TUTTE CAZZATE QUELLE DELLO “SPORT COMPLETO”, FA LAVORARE TUTTI I MUSCOLI ETCETC
NUOTARE E’ NOIOSO.
TERRIBILMENTE NOIOSO.
[quante parole per dire che non mi piace nuotare, nevvero? ma è l’ultimo giorno di cazzeggio e sbulacco, oh yeah] [cosa significa sbulacco? boh]

E poi volevo parlare anche di quanto sia odioso fare shopping.
Ma questa è un’altra storia (come diceva la videocassetta di La Repubblica che spiegava il sesso ai bambini, che ho visto e rivisto da bambina e che mi chiedevo com’è che mia nonna non mi spiega mai dei gameti? che poi era veramente avanti la videocassetta perchè c’era la nonnina che spiegava il sesso ai nipoti (bambina europea, bambino africano, eh già), e i nipoti curiosi come l’herpes zoster facevano domande succulente alle quali la nonnina dai capelli bianchi rispondeva con termini scientifici e senza alcun imbarazzo, e parliamo di almeno 20 anni fa, che volevo vedere se facevo io quelle domande a mia nonna cosa mi rispondeva, come minimo chiamava i servizi sociali, evvabbeh, dicevo, questa è un’altra storia).

3 commenti leave one →
  1. 14 gennaio 2010 03:13

    Grazie di avermi fatto ridere… ci riesci sempre 🙂

  2. 14 gennaio 2010 17:00

    pure io mi sono sganasciata, soprattutto al punto in cui con nonscialans ti giri e continui a rana!

  3. 14 gennaio 2010 18:40

    anche quando chiami ‘piccolino’ il bordo vasca, non è male. (per un attimo ho pensato che si trattasse del bagnino…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: