Skip to content

DE LIBRO FACIERUM, TIPO

15 dicembre 2009

Ebbene.
Parlando di facezie e di inettitudini, da cui peraltro è composta la mia vita, Facebook.
Io stamattina mica lo sapevo cosa sarebbe successo oggi, ennò, non avevo idea di quale forza distruttiva si annidasse in me.
Cosa è successo oggi?
Oggi è successo che come tutti i giorni me ne stavo in ufficio belbella a lavorare et mantenere le mie relazioni sociali attraverso vari social network, chat, email, et cetera, et cetera, quando mi giunge una domanda, da una non meglio precisata amica di FB: ieri non avevi forse tu Aspasiella postato la notizia che i gruppi più numerosi di FB hanno cambiato nome inneggiando ora al premier?
Si, lo feci (verbo), perchè?
Perchè non trovo più il tuo post!
Controllo e convengo che del post non v’è più traccia. Controllo anche nelle pagine del mio cuginetto e di un’amica che mi avevano copiaincollato, e anche da loro pfffffffff, scomparso. Volatilizzato.

Ebbene si, anche io son stata censurata on FB, o almeno così parrebbe. Che poi, in un certo qual modo, essere censurata da facebook è anche un po’ fescion e portatore di autostima, no? “Ho io così infastidito il sistema da muovere le lunga mani-forbici di Edward il censore? Uauuuuu.”
Fatto sta. Non è la cosa in sè che mi ha fatto prendere la decisione, diciamo che la scomparsa del post è stata la famigerata goccia che fa traboccare blablabla*, e ho cominciato a cancellare tutto. 1 anno e 3 mesi di post, frasi, scambi di battute, foto, video, musica, citazioni.
E poi le foto. Via tutti i tag, via tutti gli album. Nella parte delle infopersonali ho cancellato tutto. Nessun gruppo, nessuna pagina, nessun hobbies, nessun lavoro, nessuna scuola, nessun parente, nessuna relazione. Nothing.

E sono arrivata a non avere più foto, nè post, nè nome, niente. Situazione strana.
E’ stato come essere rinchiusa in una stanza luminosissima, in cui nessuno poteva vedermi, da dove però io potevo vedere tutto: la mia bacheca linda e vuota, la home piena della vita fluente e rapida e concitata di tutti i miei amici. Silenzio nella mia pagina, caos terrificante nella home. Silenzio-caos. Silenzio-caos.
Una sensazione virtualmente uditiva terrificante.

Con questa sensazione da malata psichiatrica, son passata ad eliminare gli amici, che detta così suona male.
Uno per uno ne ho spazzolati via 314.
Solo l’ultimo non riuscivo proprio a eliminare, e non parlo di buone intenzioni, ma di malfunzionamento tecnico del sito. L’ho chiamato, gli ho detto “cancellami”. Dopo 2 minuti avevo ZERO AMICI.
Che poi, diciamocelo, di amici amici ce ne saranno stati cinque. Forse esagero però. Erano 4, via. Che gli amici amici non li sento mica su FB. Non li sentivo mica su FB.

Eccomunquessia mi son sentita completamente leggera, senza vedere niente. Il mondo non fluiva più. Tutto silenzio, tutto ovattato, tutto bianco. La mia pagina, completamente bianca e vuota e impersonale. La home silenziosissima, con inviti da parte del sistema a “start your adventure in facebook, join your friends!”. Tutto silenzioso.
Per un momento mi son sentita persino sola.
E poi settings, account, deactivate.

Tremendamente leggera.
Tremendamente lenta.

E ora, per darmi un tono da persona colta (ah.ah.ah) et informata et pseudointellettuale citerò, come fanno i dotti:
E’ tutto pronto, senza sapore, odore, suono, tatto. Basta un click per diventare amici (con persone che se non vedi o senti da anni ci sarà un motivo no?), per spedire un regalo, par fare tanti bei giochini, per invitare in un “gruppo” (che bello, far parte di un gruppo!) e, cosa malata in modo sommo, per appoggiare una causa. Vuoi salvare Saviano dalla camorra? Appoggia la causa di Saviano… E’ una meraviglia. Il cuore è sgravato dall’angoscia di non essere abbastanza impegnati. Il cuore è cullato nell’illusione che il nulla sia in realtà qualcosa. […] Decidere che ok, grazie mille, davvero, ma preferirei di no. Devo leggere Seneca. Devo andare a fare una passeggiata. Devo parlare. Devo vivere con… senso.
Un gioco che il “potere” ha approntato per tutti noi, funzionalmente alla sua natura di controllore, di untore, di allevatore di consumatori: abbassare il livello culturale, cognitivo, di pensiero, di concentrazione, di coscienza delle cose (complicate) che ci stanno intorno. […] E la platea, quando la tua testa cade nel cesto, non può sentire l’odore del sangue, non può esserne macchiata, non può fare “ooooooh!”. Perché sei solo, non c’è nessuno lì con te. Gli altri sono tutti a giocare, a collezionare amici e a combattere la fame nel mondo. Con un click. Felicemente autoschedati.
(cit. Devil’s Trainer’s on A propos de Facebook)

Quanta saggezza, nevvero? Io mai sarei riuscita a esprimerla in cotal guisa.
Grazie Devil’s.

Da oggi torno al blogguzzo con tutto il cuore, a quest’angolo di casa con camino, plaid e libri lasciati raffreddare sul comodino. Basta amici, basta primo piano, basta apparire, basta curiosare e basta farsi spiare.

* Le altre motivazioni, così in ordine sparso, sono, per esempio, che mi ero accorta di pensare con frasi brevi, con “status”, con sentenze ad effetto, comiche o serie o blasfeme, ma brevi e commentabili. E che ogni festa, ogni escursione in montagna, ogni vacanziella, necessitava di foto documentariamente postabili sul social network, e che la prima e l’ultima cosa che facevo nelle mie giornate era controllare se qualcuno aveva avuto qualcosa da dirmi durante le poche ore (minuti?) di mia assenza dal computer. E mi sono accorta, questa la cosa peggiore forse, che la mia capacità di attenzione e concentrazione è notevolmente diminuita rispetto a soli due anni fa, che magari non è colpa di FB ma solo dell’età che avanza, ma credo che la velocità, la secchezza, il non scambio, il passare da un’attività all’altra, da una pagina all’altra, da una foto all’altra su FB di certo non aiuta il cervello ad andare a fondo nelle cose, a leggere con attenzione, tra le righe. Non aiuta a pensare. E io di pensare ne ho voglia. Ohssìssì.

Vi lascio con una musichetta bella, che non c’entra nulla se non che è giustappunto quello che sto ascoltando ora:

4 commenti leave one →
  1. 18 dicembre 2009 06:22

    ciao mantiduzza..io sono iscritta da poco su faccialibro e già dal primo momento l’ho trovato noioso. infatti ci passo mai e scrivo ancor meno. noioso ma noioso sul serio. si scrivono righe di cazzate..oggi ho visto il sole ed era giallo..ma va?..nessun impegno, nessuna emozione. niente a che vedere con il blog, come dire dal risotto alla cacca. amici quelli su fb???…io c’ho messo i miei amici blogger e un’amica americana. cioè amici veri. amici fintarelli forse un paio, clikkando fu un tasto.
    non mi cancello perchè dev’essere complicato, ma neanche ci vado. come dire, sopravvivo allegramente lontano da fb. ma non dai blogsssss….
    sono sveglia alle 5 del mattino..vorrà dire qualcosa?

    buona giornata

  2. 18 dicembre 2009 11:53

    uhm dicevo di là ‘chez moi’… ancora non mi sono stufata dell’immediatezza e proprio della ‘secchezza’, tipo delle frasi dello status. Però fb non mi ha tolto la voglia di scrivere sul blog. E’ solo un’altra cosa. E devo anche dire di essere contenta di non avere l’ansia di postare foto aggiornate o scrivere note a tutto andare. Ciò che mi diverte lo scelgo e, proprio per la velocità che contraddistingue questo mezzo, mi costa poco tempo e lo posso fare insieme ad altre 10 cose.
    Probabilissomo, che mi stuferò. Che non lo ‘frequenterò’ più se non occasionalmente. E SICURO che i cosiddetti AMICI non sono tali se non i 5-6 che vivo anche nel quotidiano. Ecco, quello si: se non fosse un po’ ‘bruttino’, probabilmente ne cancelerei almeno un’ottantina.

  3. 18 dicembre 2009 11:53

    cancellllllerei

  4. 18 dicembre 2009 18:34

    ma perchè tu Michelì sei bbrava bbraverrima e non cedi alla trappola del Fb stesso!
    lo usi con moderazione et cautela. io non son proprio capace.
    ecco perchè evito l’iniziazione alle droghe pesanti 😉

    minnie…ti sveglia alle 5?? beh, alle 6.50 mi chiami? bypasso sempre la sveglia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: