Skip to content

SCHUMPETER e POLANYI A FORMA DI X

22 marzo 2008

429759418_fa307a68db-11.jpg

Siamo in piena astronomica primavera, anche se il meteo non conferma e non ammette.
Sabato, ore tredicieventuno, in cucina ci sono due patate immerse in acqua bollente, patate lesse e uova strapazzate per pranzo.
Ho appena finito di riassumere il capitolo 6, Durkheim e Veblen, appena dopo pranzo riassumerò il settimo e ultimo, Polanyi e Schumpeter. E poi via di saggi. Mercoledì esame. Voci sotterranee dicono che l’esame sia a crocette, che ridere o che piangere, dipende dalle domande. Come si fa a studiare per un esame a crocette? Che presa per il culo… Durkheim, Veblem, Schumpeter, Polanyi e tutti gli altri loro colleghi di bisbocce si rotolano nelle tombe a pensare di essere studiati per un test a crocette. Poveri sociologi e poveri noi, studenti sottovalutati e da sottovalutare. Vedremo mercoledì se rideremo o piangeremo.

Il sole va e viene in mezzo al cielo bolognese, non si nega e non si concede, e la mia voglia di uscire va e viene con i suoi raggi.
La MegaCasaFarmaceutica non mi vedrà per ben 5 giorni, complici il we pasquale, l’esame e il giorno di permesso pre-esame. Disintossication e relax. Che uno pensa: che figata l’esame! Solo perchè non va al lavoro per due giorni. Colleghi che pensano di iscriversi all’università solo per disertare 16 ore di alienante lavoro multinazionale.

Brother ha debuttato. Ha suonato il suo primo concerto da chitarrista, in un gruppetto punk di amici suoi del Paese vicino al Paesello, 16enni tutti, pub e fans amici di scuola. Sono proprio contenta per lui. Che in fondo è l’esserino umano che più amo al mondo. Anche se lui fa finta di non saperlo e mi snobba.
Questa prima pasqua da sola nella mia vita, domani, ma chissenefrega della pasqua, voglio dire, solo che stare sola quando tutti saranno con il parentado un pochino fa malinconia…

Vado a controllare il grado di lessatura delle patate, strapazzo due uova, mangio e mi metto a consolare Schumpeter e Polanyi, anche se l’esame li vuole privi di dialettica e pensiero, stilizzati in crocette a forma di X, cercherò di ascoltarli un po’ di più di quel che è richiesto.
Che qualcosa di saggio, secondo me, ce l’hanno lasciato in eredità.

4 commenti leave one →
  1. 22 marzo 2008 17:06

    Mi spiace per la Pasqua solitaria… Negli attacchi di nostalgia familiare, io mi attacco al telefono 🙂
    Quanto alle crocette, nun se pò fa l’esame a crocette, concordo…
    In bocca al lupo per l’esame. Per Pasqua, auguri!
    M.

  2. aless permalink
    23 marzo 2008 15:43

    Buona Pasqua, Mantiduzza! Come te la stai passando? ti mando idealmente tanta cioccolata e tanto tanto affetto! Baci*

  3. 24 marzo 2008 11:54

    buona pasquetta cara, io me ne starò a mettere a posto casa…

  4. aless permalink
    28 marzo 2008 00:09

    comunque immaginarli tutti come “colleghi di bisbocce” è esilarante! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: