Skip to content

STO

3 settembre 2007

fotobologna.jpg

Bene, ci siamo.
Primo giorno (dei 75 per cui ho firmato il contratto) nel nuovo ufficio di Bologna, per fare quel lavoro che già non amavo a Milano.

Sono arrivata carica di valige giovedì sera. Arrivo a “casa” mi sistemo un pochino, chiacchiero un po’ con la coinquilina, vado a nanna. Tutto tranquillo, altezza lacrime tutto funziona e non mi sembra neanche vero stare così…così serena.
Poi venerdì e sabato.

Venerdì e sabato, in casa a studiare e con BlueEyes che non è a Bologna, senza stereo e con la pioggia che scende scende scende. Non riesco a studiare, non riesco a mangiare, non riesco a far nulla. Leggo un po’, dormicchio, faccio la spesa, sistemo.
Sono triste, immensamente triste. Chissà poi perchè.

Tante lacrime stupide e inutili. Tante lacrime che correvano giù giù.
Ho acceso MTV e Britney Spears inaspettatamente mi ha consolato. O forse ho capito che al mondo può sempre andarti peggio.

E poi sabato sera è arrivato BlueEyes, con la macchina carica di cose provenienti da casa mia (quella vera), lo stereo, la coperta, l’insalatiera, le scarpe -tante-, il phon…e le verdure che mia madre mi ha comprato. Mille verdurine che devo cucinare in fretta se no vanno a male.

Sabato sera in casa con BlueE. e nanna insieme in questa camera grande e vuota che per ora non dice nulla di me, e le coccole del mattino, e sarà tutto questo amore, e sarà che con lui mi sento a casa, che di nuovo le dighe si sono aperte, ma quante lacrime ho fatto andare in questo week end?, e ho pianto pianto pianto fra le sue braccia, cos’è tutta questa tristezza, cos’è?

“Ti prego usciamo, andiamo a farci un giro.”
E allora colazione al bar, pranzo da lui, ricerca su ebay di un portatile per me, Mantiduzza cara, e poi fuori per Bologna, abbiamo camminato in lungo e in largo, dai giardini Margherita al centro, e poi di nuovo verso fuori, cena con pizza surgelata COOP a “casa mia” e poi…

…e poi oggi.
Primo giorno di lavoro. Prima pausa pranzo.
Come sto?

Sto.
Per il momento.

ps. Si accettano inviti per un mojito in compagnia di blogger bolognesi o di passaggio, o per uno spuntino al volo 13-14, o per un cinema…mail me!

21 commenti leave one →
  1. baskerville permalink
    3 settembre 2007 14:20

    consolata da britney spears. il suicidio è ad un passo.. 🙂

  2. verypipuffa permalink
    3 settembre 2007 14:33

    Per il mojito non faccio in tempo, per la pausa pranzo neppure, ma ora ti mando una mail che la prossima volta che sei sola soletta e un pò depressa, in un we senza BlueEyes, tu squilli e faccio un salto, che Rubiera non è tanto lontana.
    Baci e abbracci

  3. 3 settembre 2007 14:37

    Ma dove sei? Dove sei!!!???
    Vengo subito a cercarti. Un caffè, però. domattina?

  4. mantiduzza permalink*
    3 settembre 2007 14:46

    hey lavì, ti scrivo una mail!

  5. 3 settembre 2007 15:43

    Bologna è poi bella vero?

  6. 3 settembre 2007 16:00

    forz&ccoraggiooooo!!
    Vedrai come sarà meraviglioso costruire la tua vita-vita, mattoncino per mattocnino.
    Finite le lacrime ci sarà la grinta che cementerà tutto. lo so.

  7. mantiduzza permalink*
    3 settembre 2007 16:03

    si, bella davvero.
    anche se manca un po’ di calore umano, perchè ad ora non conosco nessuno. ma su quello ci si lavora.

  8. 3 settembre 2007 16:46

    coraggio, poteva andarti peggio: potevi essere britney spears! 😉

  9. 3 settembre 2007 16:49

    Bestiolì, appena so di andare a Bologna e di restarci per pranzo (di solito sono di corsa) ti mando una mail.
    La mia pausa è dalle 13 alle 14.
    Bacio

    Benvenuta a Bologna!

  10. mantiduzza permalink*
    3 settembre 2007 17:04

    pitty, anche io 13-14!
    quando vuoi io sono qua (in pieno centro!)

  11. 3 settembre 2007 17:26

    Ma che belle foto che metti sul blog, da dove le prendi? Auguri per il tuo nuovo lavoro!

  12. pensandoti permalink
    3 settembre 2007 20:35

    è un periodo strano quest qui anche per me, per questo ti capisco. ci vuole coraggio per capire chi siamo, cosa faremo.. ci vuole coraggio per spiccare il volo e cercare di costruire una vita tutta nostra, con tutte le incertezze e i passi falsi che questo potrebbe comportare. ammiro il tuo coraggio, ammiro la tua voglia di andare avanti e farcela! e sono certa che ce la farai..
    un abbraccio

  13. 3 settembre 2007 22:15

    Bologna è una città piena di calore umano, devi solo abituartici..Anche a me è successo quando mi sono ritrovata sbattuta da un giorno all’altro in questa città in cui non avevo mai messo piede prima!
    Poi una mattina succede che vai dall’edicolante a prendere un giornale, ti fa un sorriso e una battuta, e capisci che invece Bologna ti piace proprio tanto, e più la guardi più ti piace, e dopo un po’, succede che ti senti come se fossi a casa tua 🙂

  14. 4 settembre 2007 08:45

    Sì, è la verità. Bologna è avvolgente, direi. Dopo i primi sguardi di diffidenza, la città è pronta a prenderti sotto le sue ali protettive.
    Colori, suoni, odore di pane caldo. Dal mio ufficio quando apro le finestre, sento l’odore del fornaio e la voce dei ragazzini che prendono l’autobus. Poi certo, anche le sirene, gli imprechi e tutto il resto 🙂
    Starai benissimo…

  15. arwenh permalink
    4 settembre 2007 10:33

    il cambiamento di citta’ lascia sempre quell’alone di “sto” che dici tu. poi dopo un po’ passa, e ti abitui…

    a bologna ci son stata, non mi ha particolarm colpito come citta’. quello che ho amato di piu’ e’ stato: mangiar fuori non costa niente, c’e’ una nutelleria (sbaaav), e’ pieno di librerie, e c’e’ una feltrinelli dedicata che vende tutti libri in lingua originale.

    a parte quello, non ho visto granche’, mi e’ sembrata abbastanza sporca e grigia come citta’. non ho visto neanche tutti i giovani che mi immaginavo ci fossero.. ma forse son capitata in un periodo sfigato O__O

  16. 4 settembre 2007 11:47

    Immagino che il discorso dei giovani dipenda dall’età di chi guarda… quando ci vado io vedo universitari da tutte le parti…
    Invece, per il mangiar fuori… ristorante indiano di Via N. Sauro!

  17. 4 settembre 2007 12:36

    ciao!! non ho trovato la tua e-mail…
    così ti do pubblicamente il benvenuto nella mia città!!!
    Se ti va, scrivimi, magari ti posso dare una mano ad ambientarti!!!
    Ti troverai bene, vedrai!

  18. elena permalink
    4 settembre 2007 12:39

    arwenh, scusa ma sei sicura di parlare di Bologna? no, perché se c’è una città al mondo dove per mangiar fuori bisogna fare un mutuo, è proprio Bologna! e poi sì, è vero, ci sono un sacco di vecchi, i giovani sono solo in zona università! però Mantiduzza era troppo depressa e ha visto quel che non c’era: sabato non ha piovuto, no no no, ero a un matrimonio e lo so per certo, le foto davanti alla chiesa, l’aperitivo all’aperto, e neanche una goccia!

  19. mantiduzza permalink*
    4 settembre 2007 12:51

    @millevolteme: ti scrivo io!

    @elena: hai ragione, sabato non pioveva, ma venerdì si, eccome…nel post non sono stata a sottilizzare…non me ne volere!

  20. elena permalink
    4 settembre 2007 14:25

    no mantiduzza, ci mancherebbe, vista la tua condizione interiore sei giustificata anche se vedevi pioggia dove c’era il sole!
    🙂

  21. precaria permalink
    13 settembre 2007 00:25

    beh vedo che alla fine hai trovato compagnia…su mantide…75gg passano in fretta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: