Skip to content

FIGLIO DEL CAPO

11 giugno 2007

Oggi nell’ufficio di fianco al mio c’è un nuovo collega.

Biondino, carino, 15 anni. E’ il figlio del Mister Presidente della società.

E’ stato bocciato in seconda superiore e il padre (Mister President) ha deciso di PUNIRLO mandandolo a lavorare nella sua azienda. Ovviamente AGGRATIS.

Ora. Aria condizionata, computer con internet, lavoro per un mesetto nell’ufficio più simpatico del piano.

Ora. VI SEMBRA UNA PUNIZIONE??? Vi sembra???

Punizione è andare a pulire gli argini del Po, fare il falegname, spazzare le strade, servire alle mense, asfaltare le superstrade…ma vi sembra punizione "lavorare" per un mese in un ufficio con la postazione più nascosta, con MSN, Skype, internet, colleghi simpatici?

Anche le punizioni, ai piani alti, hanno un’altra entità…

9 commenti leave one →
  1. 12 giugno 2007 10:21

    assolutamente fuori tema: perché se provo a scriverti alla mail che trovo qui mi torna sempre indietro????

    :-((((

  2. 12 giugno 2007 10:30

    ti ho scritto io!

  3. 12 giugno 2007 16:22

    la punizione forse sei tu!
    hihihihihihi
    baci

  4. 12 giugno 2007 18:39

    ma ale, è nell’altro ufficio!!!
    io lo intravedo soltanto!!

  5. Yarrow permalink
    12 giugno 2007 19:07

    Se vuoi lo mandiamo un po’ con mio zio a installare semafori, bwahahahahah (/me decisamente cattiva)

  6. 13 giugno 2007 09:01

    Secondo me le punizioni non hanno più alcun effetto sui ragazzini d’oggi e visto poi che nessuno avrebbe preso il fanciullo a pulire le strade o a impastare cemento, almeno così lo si costringe ad alzarsi presto tutte le mattine.

  7. 13 giugno 2007 09:15

    lavì!! ma lui è il figlio del presidente…arriva con il Papi alle 11!!

    😦

  8. 13 giugno 2007 09:25

    Una volta, nei bei vecchi tempi, i presidenti arrivavano prima degli operai nelle fabbriche e molto prima degli impiegati.

  9. 15 giugno 2007 13:19

    .. eppure c’è chi a 70 anni suonati con 1200 dipendenti arriva in azienda alle 7 del mattino, incredibile ma vero!! Certo questa storia del ragazzino in punizione non può che definirsi un “diversivo”… non credo sia proprio una punizione esemplare, aggratis si.. ma quando arriva a casa c’è sempre un piatto di pasta e coccole da parte della mamma!
    Perdona l’invasione un pò “barbarica” in questo tuo spazio, i miei complimenti per il tuo blog.
    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: