Skip to content

E’ QUESTO CHE MI DEBILITA:

25 maggio 2007

Schema_2 A tutto ciò aggiungere che:

  • chiedo a mia madre quanto sarebbero disposti ad aiutarmi economicamente per continuare a studiare e la risposta è -occhi al cielo-: ancora a chiedere soldi, tu?
  • mio fratello che mi dice che non ho mai fatto un cazzo, quando ho cominciato a lavorare a 16 anni, e, a differenza sua, ho sempre studiato e avuto ottimi risultati scolastici. Tra parentesi lui sarà bocciato quest’anno e passa i pomeriggi sul divano.
  • mio padre che se esprimo dubbi sul mio futuro da studente non trova di meglio che rinfacciarmi l’errore di non aver fatto una facoltà -come radiologia o infermieristica- che mi avrebbero dato sicuri ed immediati riscontri lavorativi. Naturalmente il fatto che a me non interessi minimamente fare la radiologa -!!!- o l’infermiera non lo sfiora neanche.
  • BlueEyes di tutta risposta mi dice quanto sia meravigliosa la sua vita lavorativa e universitaria, del fatto che ha sempre fatto le scelte giuste e di come è stato bravo, che in fondo basta avere le idee chiare.

Argh Questa a lato sono io adesso.

5 commenti leave one →
  1. 25 maggio 2007 14:58

    Ti vedevo bene come radiologa o infermiera… pazienti felici…
    Fai ciò che ti senti, ciò che ti piace, conta solo sulle tue forze e lotta per ottenere ciò che vuoi. Puoi arrivare dove vuoi e ci arriverai sicuramente!
    Bacio super passion!

  2. 25 maggio 2007 15:26

    Eh, lo vedi che la pillola non c’entra….?
    Direi che ne hai abbastanza per essere abbacchiata fino a Natale, povera Mantiduzza…
    Non credo di avere una ricetta per tirarti su il morale… no, aspetta… ricetta… vuoi una ricetta di un dolce? :-))

  3. 27 maggio 2007 10:47

    Mantide!
    Pensa a me: un figlio che fino ad aprile era promosso con sufficienza piena adesso rischia grosso in tre materie;
    l’altro che ha l’esame di terza media e non ha ancora quasi fatto la ricerca, che confesso gli sto facendo io, la professoressa gli chiede se vuole provare a ripetere un po’, lui inventa, la professoressa è esaltata e adesso dobbiamo fare un’altra ricerca;
    i miei genitori a sentire che un nipote (su 5) avrà dei debiti sono furiosi con me (per loro è inammissibile);
    ho studiato al liceo e all’università cose che mi piacevano e sono finita a fare la ragioniera:
    tutta colpa del vile denaro;
    ma, soprattutto, mi sarebbe piaciuto tantissimo suonare il pianoforte, i miei dissero che avrebbero potuto fare il per loro grandissimo sacrificio di comperare il pianoforte e mandarmi a lezione, purchè io mi impegnassi poi veramente a studiare musica.
    Spaventata dall’impegno rinunciai, vilmente rinunciai.
    Mantide,
    segui le passioni!

  4. 28 maggio 2007 01:20

    ti prendi un anno sabatico…stacchi per un pò..lavori…cerchi di fare quasiasi cosa ti piaccia e ti permetta di avere un pò di indipendenza.. ti renditi il più possibile indipendente.. la situazione in casa ti sta stretta….poi magari riprendi gli studi tra un anno quando avrai le idee più chiare …no?

  5. 28 maggio 2007 16:19

    sei da ammirare, per come ti impegni!

    due parole sull’università:
    ho conseguito la laurea col vecchio ordinamento, la specializzazione col nuovo. il risultato?
    ho rimpianto tantissimo il vecchio criterio!!! l’università è una fucina di idee, i crediti e il monte-ore sono state delle gabbie burocratiche dalle quali ne sono uscita a fatica.
    in ogni caso in bocca al lupo!;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: