Skip to content

TERRA

14 maggio 2007

111

Ieri in treno, tornando al Paesello dopo un week end d’amore, ho studiato un po’, sudato molto, canticchiato tutto il tempo. Quando a Parma il più dei viaggiatori è sceso dal vagone, quando insomma c’era abbastanza spazio per respirare e muovermi, ho chiuso il mio libro ("speranza e gloria – l’inghilterra del xx secolo" Clarke) e mi sono appoggiata al finestrino aperto.

La terra è sempre stato un argomento che mi è caro. Sono nata qua, in queste terre piatte del nord Italia, nebbiose d’inverno afose d’estate; i miei genitori invece sono nati in terre diverse, non troppo lontane, ma sicuramente diverse. Diverso l’accento, gli spazi, le temperature. Mia madre ha pianto tante notti perchè le mancava la sua terra.

Sono cresciuta non sentendomi mai a casa. Nè dove abito, nè dove vivono i miei parenti. Era carino pensarmi figlia del mondo, senza radici radicate. Carino ma tremendo. Dov’è casa? Dove vuoi riposare per sempre, mamma? chiedevo e chiedo. A casa, mi risponde. E so benissimo cosa intende.

Ieri in treno, guardando fuori dal finestrino -il vento in faccia così forte che i capelli mi facevano male al viso, così chiaro che ho dovuto mettere gli occhiali scuri- si stendevano campi con balle di fieno, campi di papaveri e camomilla, cascinali dai cortili pieni di galline e cani, e stazioni vuote e verdi… Mi sono sentita a casa, per un attimo, ho sentito che questa terra in fondo mi vuole bene, dopo tanti anni che ci studiamo. Ho sentito che forse posso smettere di cercare, che la casa, come ho sempre fatto fino ad ora, la porto con me, dentro di me. Punto. E questa terra, tutto sommato, non è male. Anzi, può essere meravigliosa, con i suoi scorci di pianura fertile, con i suoi fiumi di lento avanzare, con il suo calore appiccicoso d’estate prematura.

9 commenti leave one →
  1. 14 maggio 2007 16:14

    Anch’io sono affezionata alla mia città, ai miei luoghi, alla mia terra, con i suoi pregi ed i suoi difetti, ma è CASA MIA, mi appartiene, anzi, io le appartengo.

  2. 14 maggio 2007 17:59

    È bello avere una patria, una piccola patria per il proprio cuore, che ci consoli con i suoi paesaggi, che ci abbracci con la sua aria … è bello che tu l’abbia scoperta , la tua terra! Non so come si possa vivere senza una Casa, e capisco chi muore di nostalgia.
    Buona settimana
    Cinzia

  3. 14 maggio 2007 18:28

    BELLO!

  4. 14 maggio 2007 21:54

    Mantide,
    non ce la faccio più a vedere come ti sei ridotta a forza di studiare.
    MI deprime quel povero scheletrino!

  5. aless permalink
    15 maggio 2007 09:04

    che bel post! ciao mantiduzza, non sono sparita, sono solo sepolta da scadenze e incombenze sis, tesi tesine e quant’altro… ma va tutto bene, e ogni tanto vengo qui a recuperare il tempo perduto e trovo questi post così poetici!
    Ti abbraccio, buon lavoro! aless

  6. 15 maggio 2007 15:33

    complimenti per il post, per la veridicità dei sentimenti di cui l’hai ben impregnato. Anch’io, ho imparato da poco ad essere io stessa, la mia casa, anche se prima è sempre stata la casa dei nonni, i profumi e gli odori di cui ho impregnato le mie viscere e tutti i miei ricordi e raffigurazioni interne, il mio luogo sicuro dove vado, quando o voglia di respirare un pò di familiarità…
    a presto
    MAyra G Louis

  7. 16 maggio 2007 14:15

    poi ti lamenti se ci provo…
    ;P

  8. mantide-university permalink
    16 maggio 2007 14:28

    @AJ: ????

  9. 16 gennaio 2008 20:32

    decisamente vero, decisamente odore di casa, quei campi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: