Skip to content

COSA è SUCCESSO IN QUESTO MESE DI STAND-BY [ovvero: LA MIA VITA DI DICEMBRE]capitolo 1: LUILOSTRONZO

10 gennaio 2007

L’ho mollato. Definitivamente.

Dopo la storia dell’Iraq e del suo riavvicinarsi viscidamente, del suo dichiarare amore eterno, mi faceva venire il voltastomaco.

Sintomo chiarissimo di fine storia sono state delle mail che lui mi ha inviato con foto che lo ritraevano nel suo viaggio di lavoro. Mail aperte, guardate, chiuse e cestinate. Nel guardare quelle foto mi veniva un sapore amaro su su fino in bocca. Non riuscivo a guardarle, non riuscivo a sentire che lui valeva ancora qualcosa per me.

Dopo un anno di tira molla, tradimenti più o meno velati, di parole cattive dolcissime affilate come lame, dopo un anno di pianti, di stomaco contratto, di telefonate nascoste, di bugie per vederci, di amore mio di forseamore suo, dopo un anno in cui avrei fatto tutto e lui non avrebbe mai fatto l’unica cosa che a me interessava davvero. Dopo un anno di scuse accuse scuse, è arrivata l’ora di salutarlo. Per la prima volta seriamente, da parte mia.

E la serata in macchina è stata straziante, con le sue lacrime e poi le mie, con le sue mille parole e per una volta io in silenzio, decisa nonostante tutto a non tornare indietro. Poi mi ha detto "è meglio che vai a casa". Sono scesa dalla sua auto, sono salita sulla mia, non mi sono girata che mi sentivo i suoi occhi addosso, ho messo in moto, me ne sono andata.

E non ci penso, non lo voglio, non mi voglio più come ero con lui.

Sono io, ora. Sono io con me stessa, e mi voglio abbastanza bene per accarezzarmi i segni delle sue bastardate, stare bene, non avere rimorsi e guardare indietro serenamente, senza rimproverarmi. Ho un anno di relazione insana da metabolizzare.

A volte lo sogno, e lo sogno nei suoi lati peggiori, nei litigi, nelle urla, nella sua irrazionale voglia di aver sempre ragione. E quando mi sveglio penso Meno male che non c’è più.

11 commenti leave one →
  1. aless permalink
    10 gennaio 2007 09:02

    bene, cara mantide! l’anno nuovo comincia col piede giusto! auguri e incrociamo le dita anche per l’esame (e lo squadrone, che fa? 🙂 buona giornata

  2. 10 gennaio 2007 09:13

    ciao alessssssssss.
    ma non hai un bloggo dove leggere un pochetto?

    la squadrona sarà uno dei prox capitoli, idem lo studio.

    Ho qualche arretrato con il blog.
    ma con un pochino di tempo mi metto a pari.

  3. 10 gennaio 2007 09:27

    Speriamo che duri.

    A prescindere, bentornata nel mondo blog.

    GC

  4. 10 gennaio 2007 09:27

    Bestiolina cara, bentornata!!
    felice che la tua vita abbia preso una piega che ti aggrada.
    Mancano ancora tanti capitoli, e li leggerò tutti d’un fiato.
    Non farmi attendere troppo però…ok???
    Mille bacini, e una carezza per la fine del tuo amore.
    Checchè tu possa dirne la fine di un amore lascia un vuoto abbastanza desolante.
    Che poi viene riempito sempre…

  5. 10 gennaio 2007 09:37

    un gradito rientro…

  6. 10 gennaio 2007 09:38

    Cio ciao bella…….bentornata

  7. 10 gennaio 2007 10:05

    Bentoranta… continua così!

    Finalmente mi hanno liberato, son passati 45 giorni prima che potessi ricommentare un qualsiasi blog! 😀

    http://titoorangedog.blog.kataweb.it/

  8. 10 gennaio 2007 13:43

    Bel colpo Mantidina ! Continua a sentirti te stessa e nessuno ti potrà derubare.
    Posso suggerirti una semplice tecnica, che non costa nulla ? Sdraiati, chiudi gli occhi, senti il tuo plesso solare con la tua mente. Continua per qualche minuto. Permettiti gli sbadigli che senti di fare. E’ una parte importante della tua soggettività, quella fisica, che si sviluppa e consolida.
    Poi esci e battiti, dolce guerriera.

  9. aless permalink
    10 gennaio 2007 18:26

    no, mantiduccia, non ho un blog, purtroppo (o per fortuna!?) Però mi piace molto leggere alcuni di voi, ad alcuni blogger mi sento molto vicina. Le tue foto dell’India sono stupende e concordo con i commenti sul tuo sorriso solare e “fichissimo”… Quell’oceano è incredibile, come lo sono quei piedi scalzi sul terriccio, quei volti bruciati dal sole, quei sari stesi sulla sabbia e quelle immagini di momenti della pesca. Deve essere stata un’esperienza unica.
    Aspetto gli altri aggiornamenti! Un abbraccio (dalla mia Sicilia), Aless

  10. 10 gennaio 2007 19:11

    bentornata

  11. 11 gennaio 2007 00:11

    Per caso sono passata di qui e…che sorpresa!!
    Ben tornata!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: