Skip to content

BRUCIAVO E GELAVO INSIEME

15 ottobre 2006
[Se non scrivo ora domani saranno sparite le sfumature "a caldo".
I’m crazy, maybe. Sono partita stamattina alle 6.00, rientro ora. Sono andata dal VIP di cui qualche post fa…]
Imbarazzo, qualche silenzio, il mio parlare poco il suo parlare molto. Il suo essere molto molto sicuro di sè.
La sua casa spettacolare in un paesaggio altrettanto spettacolare, lontano da tutti e tutto, con le stanze e il marmo dei pavimenti così gelidi che ti vien da pensare a un caminetto e un piumone gigante.
Un sole meravigliosamente poco ottobrino, e un vento di tramontana a congelare il naso, le mani, tutto.
Il fuoco per la carne, che con il vento bruciavo e gelavo insieme.
Il non sapere come prendersi, il non trovare un equilibrio. A volte troppo vicini, a volte troppo lontani. Due perfetti sconosciuti con una gatta in mezzo.
Il suo parlare sempre e non chiedere mai nulla. Il suo parlare, piacevole da ascoltare, narrativo, con parentesi digressioni parafrasi.
Io che perlopiù ascolto, dico poco, al contrario del solito.
Poi la musica. La voglia di baciarlo e il dubbio imbarazzante di essere respinta.
E il divano e il suo quasi-invito-non-invito. I baci prima, l’incastrarsi dei corpi poi.
Le lenzuola arancioni e il rumore di vento che sbatte la casa.
Sospiri sconosciuti, da scoprire e terminare in poco tempo. Mani e baci e ritmi -sincroni e non- da memorizzare nel giro di tre ore.
   
Le tazzine vuote sporche di caffè, di fianco al filu e ferru, al vino, allo zucchero, sul tavolo in cucina. Una tisana alla menta, e il rientro a casa.
12 commenti leave one →
  1. Aledacasa permalink
    16 ottobre 2006 09:55

    allora tutto ok! meno male …..(sospiro di sollievo)

  2. NEWYORKER permalink
    16 ottobre 2006 11:57

    l’ho sempre detto siete uniche….

  3. 16 ottobre 2006 13:40

    ma che mi sono persa? fammi un riassunto, ti prego.

  4. 16 ottobre 2006 15:47

    insomma impre… la storia, in 2 parole, è:
    lui ABBASTANZAVIP è un cantante. io cerco sul web e trovo la sua mail. inizia uno scambio di mail. dopo 1 settimana mi autoinvito da lui. dice di si.prendo il treno e vado. [leggi post].
    insomma, una groopie… ;-P

  5. 16 ottobre 2006 17:46

    cavolo!!non conoscevo questa storia..

  6. 16 ottobre 2006 19:09

    io trovo che i cantanti siano affascinanti…ma a parte questo il tuo è sempre un bel narrare

  7. 16 ottobre 2006 19:35

    orpo la groupie… e io che credevo di avere una vita attiva ;P

    (clap clap clap)

  8. 16 ottobre 2006 23:40

    any, non c’è granchè di cui applaudire…
    insomma: la groupie (si scrive così?) la può fare chiunque. l’ego del VIP si gonfia e il gioco è fatto. =(

    leuco: grazie, arrossisco.

  9. 17 ottobre 2006 14:51

    Un cantante… Mantidoso? 🙂

  10. 17 ottobre 2006 18:57

    no no, fabio, gli ho lasciato la testa…
    😉

  11. 18 ottobre 2006 00:00

    applaudo perchè “vai avanti”… tutto qua. l’ego del tizio non mi sfiora nè poco nè tanto 🙂

  12. 18 ottobre 2006 13:22

    si, questo è vero.
    non pensavo di riuscire a stare così bene con la scomparsa di Luilostronzo. Invece si. =)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: