Skip to content

FRULLATORE

13 agosto 2006

Allora. Arrivo a Londra e cosa succede?

  • sventano un presuno attacco terroristico
  • una vecchietta viene presa sotto dall’autobus che precede quello dove sono io (e mi devo fare mezz’ora di strada a piedi)
  • sogno un attacco terroristico a Londra, proprio nel pub dove mi sto bevendo una birra (tensioni celate che trovano un via di fuga)
  • il tempo che fino a una settimana fa era estivo si tramuta di colpo in un freddo che dai noi sarebbe considerato pre-invernale

Ma. Ma nonostante il vento, il freddo, il caos, le difficolta’ di ambientarsi in un mondo che non parla con i tuoi stessi simboli, inizio davvero ad apprezzare Londra. Mi piace. E’ una citta’ strana, piena di mille stimoli, piena di mille imput che spedisce direttamente al cervello, senza filtri. Sul pullman che separa la scuola (in pieno centro) da casa (45 minuti di strada di giorno, 30 di notte), il mio cervello diventa un frullatore, elabora i pensieri, li mescola, li amalgama. Mi piace e mi intriga anche se ci sono delle cose che non mi piacciono, naturalmente. Ma sono in work in progress. Nessun commento ancora.

Mi piacerebbe avere piu’ tempo da passare qua, e chissa’ che non me lo crei, questo tempo londinese.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: