Skip to content

ANCORE

19 luglio 2006

E’ da qualche tempo che ci faccio caso; i clienti abituè (come si scriverà mai?) sono proprio abitudinari. E’ quasi una presa in giro andare al tavolo, salutare, chiedere "cosa vi porto?", perchè so benissimo cosa porterò di lì a breve alla maggior parte della clientela del mezzogiorno.

  • L’impiegato dei computer con il suo amico: spremuta, tortelli burro e salvia, macedonia. Acqua naturale.
  • La segretaria: fritto misto e patatine.
  • Fabris: bresaola scondita, verdure grigliate scondite. Due mezzi litri di naturale.
  • L’uomo calvo: poco. Qualsiasi cosa ma poco.
  • Il più giovane operaio: pasta corta al pomodoro. Hamburger e patatine.
  • Il geometra: crudo e melone, insalata mista, macedonia.
  • I banchieri (detti in privato I Pitini): pasta corta burro e salvia, insalata, acqua frizzante a temperatura ambiente.
  • Lo zio: pasta al pomodoro, caprese. Acqua naturale e un quarto di rosso.
  • La tavolata: 2 tortelli al ragù, una piadina romagnola, cotoletta e pomodori, pasta al ragù. Gelati.
  • Love e l’amico Piero: pasta con le vongole, insalata di polpo con patate.
  • Il claudicante: piadina con crudo.
  • Il Boss: Tagliatelle all’olio, salumi e formaggi misti. 

Poi ci sono altri, a volte cambiano il proprio menù, a volte no.

E mi chiedo: perchè??? Perchè mangiano sempre le stesse cose? Hanno paura? Sono tutti uomini maturi e con responsabilità, ma non hanno questa verve che li spinga a  provare osare gettarsi nel mistero del piatto sconosciuto.

E credo che, in fondo, si aggrappino tutti al proprio pasto, al proprio piatto così sicuro, così scontato, così conosciuto, quasi come fosse un’ancora a cui aggrapparsi, un punto fermo nella propria vita.

Lo spero, perchè se lo facessero davvero solo per abitudine, allora sarebbe un po’ triste. E monotono.

8 commenti leave one →
  1. 19 luglio 2006 16:21

    …o forse perché ognuno mangia quello che gli piace. Quello che sa con sicurezza che gli piacerà.
    Io mi accorgo che per me è così.
    la pausa pranzo sparsa nei bar, col caldo che ti toglie la voglia di uscire… in fondo forse, quello che voglio è non rischiare, è mettere sulle papille gustative qualcosa che sono ragionevolmente sicura mi farà “piacere”.
    Buon lavoro 😉

  2. 19 luglio 2006 16:40

    Io infatti prendo sempre la stessa pizza. Mi piace da morire. Senso di sicurezza?

  3. 19 luglio 2006 20:53

    Bellissima la lista. Me li son visti tutti, come erano vestiti, il rumore dei loro discorsi. Brava Grilla, brava davvero.

  4. carlo boraccio permalink
    19 luglio 2006 21:43

    Anche questo fà parte della poesia della vita… Chissà perchè ma m’hai fatto venire in mente il film “Il favoloso mondo di Amelìe” e tu mi sembri la Tatoo che osserva in silenzio il suo mondo… Tnx for Good vibration!

  5. 20 luglio 2006 00:27

    Io credo che le persone nelle mense tendano a prendere sempre le stesse cose perché quelle poche volte che hanno cambiato si sono ritrovati a mangiare un piatto ancora peggiore rispetto al loro “piatto della certezza”. 🙂

  6. 20 luglio 2006 12:22

    a me fa piu’ tristezza la mela e lo yogurt; il cibo comunque e’ la cartinaaltornasole delle anime

  7. 20 luglio 2006 13:16

    ecco! oggi a pranzo avrò un problema in più….

  8. 21 luglio 2006 14:08

    Un post delizioso, la penso alla stessa maniera. Quando sono con amici, un po’ m’intristisco tutte le volte che sento ordinare la pizza margherita, o sento magnificare quel tal ristorante italiano scovato in Turchia… c’è così tanta vita da provare, perchè restare chiusi in se? Ieri sera ho guardato un filmetto divertente (“About a boy” con Hugh Grant), che si conclude con una bella citazione di John Bon Jovi: “Nessun uomo è un’isola”.

    PS: ho linkato e commentato il tuo post sul mio blog. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: