Skip to content

LUCCIOLE

27 giugno 2006

Siamo saliti in collina, lasciandoci indietro luci e afa.

Siamo saliti in collina con la sua macchina, fra perchè e se.

Solo una settimana fa si era deciso che non ci si sarebbe più rivisti, che la nostra pseudo-relazione sarebbe finita così, da coercitive forze esterne, da mancanza di spazi, di possibilità. per tutte quelle differenze di cui ho già detto.

E invece siamo usciti. Ore 21.30 solito posto.

Alla fine ha parcheggiato a cavallo tra due valli, una buia e una tutta illuminata, che lui preferisce lo sfondo di luci della città ed io il buio dei campi. E c’erano un sacco di lucciole tra le siepi e ne ho anche rapita qualcuna, per studiarne il magico funzionamento e il silenzio era totalmente riempito dal frinire dei grilli e da  un trattore che per scappare alla calura diurna stava lavorando di notte.

Abbiamo camminato, giocato, corso. E poi ci siamo voluti bene, molto bene. E tornando a casa, controluce, si vedeva ancora la sagoma di una mia mano appoggiata all’esterno del finestrino.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: